Francesco Maglia

STORIA DELLA FABBRICA OMBRELLI MAGLIA FRANCESCO S.N.C.

image gentleman fashion blogger uomo dandy menswear made in italy style francesco maglia ombrelli

L’avo Francesco Maglia iniziò l’attività quale apprendista ombrellaio nel 1850 in una fabbrica di ombrelli a Montechiari (BS) all’età di 14 anni.
L’origine della Famiglia è della Valganna, il nonno ed il padre del fondatore erano carbonai e taglialegna.
Nel 1854, all’età di 18 anni, Francesco Maglia entrò come socio in una piccola fabbrica di ombrelli a Verolanuova (BS), successivamente trasferitosi a Pavia avviò l’attività in conto proprio.
Nel 1876 la ditta si trasferì a Milano in Corso Genova 7, dove è rimasta fino al 2003, anno in cui si trasferisce in via Ripamonti 194.
I Maglia hanno sempre fabbricato ombrelli e cappelli di paglia, la lavorazione dei cappelli è cessata nel 1923.
Per tradizione un figlio è sempre stato chiamato Francesco, uno degli attuali titolari è il quinto Francesco e dirige con il fratello Giorgio l’azienda di famiglia; Giorgio a sua volta ha chiamato Francesco il suo primogenito.
Da sempre e ancora oggi la ditta Maglia rispetta la filosofia del lavoro ben eseguito e perpetua la manifattura artigianale e l’antica perizia manuale, utilizzando solo materiali in ottone, legno e ferro; la produzione non è in serie, ogni fase è compiuta all’interno della ditta e si crea l’ombrello a misura del cliente soddisfacendo ogni desiderio di perfezione e di raffinata esecuzione.
Lo stile della ditta è classico secondo i dettami della linea inglese: tinta unita, pin stripe, regimental e country. Pur attenendosi ad una linea classica, l’azienda è in costante ricerca di nuovi tessuti ed offre così una vasta gamma di tessuti regimental, jaquard e tartan.
Una prerogativa della ditta Maglia è quella di fare ombrelli montati su bastone intero in varie misure di stecche a 8 e a 10 balene e legni naturali: castano, frassino, malacca, melo, acero, bambou, marasca ulivo hickory e nocciolo.
In questi ultimi anni su pressante richiesta del mercato giapponese e americano la ditta ha ripreso la confezione di raffinati parasoli in pizzo, fibre naturali, con impugnature pregiate dal bambou al corno all’argento ornati di rouche, chinesino, o passamaneria.
L’esportazione oggi copre più del 60% del fatturato, da un capo all’altro del globo, la clientela tutta molto affezionata oltre che italiana è europea, giapponese, statunitense ect.
L’azienda annovera tra i suoi migliori clienti i negozi inglesi più raffinati, che fino a qualche anno fa acquistavano solo prodotti nazionali.
L’attuale Francesco Maglia non solo si dedica con amore al suo lavoro, ma con passione ricerca e colleziona stampe, cartoline e gadgets sul tema dell’ombrello.
Questa collezione scrupolosamente costruita negli anni durante i suoi viaggi di lavoro, conta più di tremila pezzi ed è stata anche oggetto di mostre.

mag

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *