The cuff

La storia del risvolto

Le fonti su chi sia stato il vero inventore del risvolto non sono del tutto concordi.
Il nome che viene citato per la maggior parte delle volte è Re Edoardo VII d’Inghilterra, nonno del celebre Edoardo VII, che intorno alla metà dell’Ottocento ebbe l’idea di piegare l’orlo dei pantaloni per evitare di sporcarli o di bagnarli.
A prova di questa tendenza, esistono molte fotografie dei primi anni del secolo successivo nelle quali si vedono chiaramente uomini con pantaloni arrotolati.
Parliamoci chiaro, non è poi fondamentale sapere chi è stato il primo ad ordinare al proprio sarto di creare l’orlo e non è nemmeno facile da stabilire; cerchiamo di capire invece a quale tipo di pantalone è corretto farlo.

Premessa: sto parlando di un risvolto sartoriale, accuratamente cucito da un bravo sarto, che rispetta la figura e le proporzioni. Non mi riferisco a chi si arrotola i pantaloni da solo fino al polpaccio, quella è un’altra storia.

Il risvolto “corretto” dovrebbe far si che il pantalone sfiori il tacco della scarpa e si addice a quasi tutti i tipi di pantaloni: è infatti adatto all’abito, alla giacca sportiva e al blazer mentre è sbagliato proporlo su frac, smoking e tight.
E’ preferibile evitarlo nel caso i pantaloni siano privi di pence ed è sconsigliato l’utilizzo dagli uomini di bassa statura dato che tende ad accorciare la figura; qualora fosse un dettaglio a cui non si vuole rinunciare, a prescindere dall’altezza, sarebbe appropriato indossare un pantalone abbastanza stretto.

Nonostante il pantalone corto sia molto più giovanile e slanci la figura degli uomini non troppo alti, in molti criticano chi lo adotta per il proprio look. Ovviamente siamo per la libertà di pensiero, ma perché rinunciare ad apparire migliori quando basta così poco?

Marco
___

The story of cuff trousers

Sources about who was the real inventor of cuff trousers do not entirely agree. The name that is mentioned most often is King Edward VII of England, grandfather of the famous Edward VII, who in the mid Nineteenth Century had the idea to fold the hem of his trousers not to dirty or wet them. As proof of this, there are many photographs of the early years of the following century in which we can clearly seen men with trousers rolled up. Let’s admit it, it’s not that important to know who was the first to order his tailor to create cuff trousers and it is not easy to establish it; instead let’s try to understand what kind of pants are most suitable .

Premise: I’m talking about a tailoring cuff, carefully stitched by a good tailor, respecting the figure and proportions. I am not referring to those who rolls up their trousers by themselves up to the calf, that’s another story.

The “pefect” cuff should make trousers just reach the heel of the shoe and it can be done with almost all kinds of trousers: it fits suits, sport jacket and blazer while it is wrong to make it on tails, tuxedos and tight suits. It is better to avoid it if your pants are free of flat falled seams and it is not recommended for not very tall men, since it tends to shorten the figure; if it were a detail that you do not want to give up, regardless of height, it would be appropriate to wear tight trousers.

Despite short trousers are much more youthful and make the body taller, many criticize those who wear them. Of course we are for freedom of thought, but why not looking better when it takes so little?

Marco

risvolto 4 risvolto 3 risvolto 1

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *